L’olio di Ricino è un olio dalle doti idratantiemollienti e antinfiammatorie, questo spiega l’utilizzo che se ne fa su pelle e capelli secchi, ha inoltre proprietà antimicotiche oltre è anche un antibatterico naturale.

Quali sono le sue qualità:

  • Idratante
  • Emoliente
  • Antinfiammatorio
  • Antimicotico
  • Antibatterico
  • Rinforzante per i capelli
  • Riequilibra il sebo di pelle e cuoio capelluto
  • Lassativo

L’olio di ricino si può usare per:

  • macchie della pelle
  • prevenire la caduta dei capelli e rinforzare la lunghezza
  • rafforzare sopracciglia
  • idratare la pelle
  • in caso di rossore, prurito, dermatite, acne
  • contro occhiaie e borse
  • ammorbidire calli e duroni

Distribuito sulla pelle, infatti, forma un film che riduce fortemente l’evaporazione dell’acqua cutanea e questo ne preserva l’idratazione.

Grazie alle proprietà antimicrobiche dell’acido ricinoleico, l’olio di ricino puro è attivo contro batteri e altri microorganismi e risulta indicato per il trattamento di alcuni problemi della pelle come acne, dermatiti, infiammazioni e infezioni micotiche.

L’olio di ricino è adatto anche alle pelli sensibili e che presentano imperfezioni o in caso di macchie scure della pelle, incluse quelle che possono comparire in gravidanza. In tutti questi casi può essere utilizzato puro in gocce o, meglio ancora, mescolato ad altri oli vegetali meno viscosi come l’olio di macadamia, l’olio di girasole o l’olio di mandorle dolci.

L’uso dell’olio di ricino per i capelli apporta benefici ai capelli secchi, deboli e fragili ed è utilizzato per contrastare doppie punte e perdita di capelli. Anche in questo caso, può essere usato puro, applicandolo sui capelli umidi prima dello shampoo; oppure associato ad altri oli o burri vegetali per per preparare maschere e impacchi. Può essere impiegato infine per proteggere le ciglia e le sopracciglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *